“AIAF IN CONNESSIONE”, sabato 18 aprile uno spazio virtuale dedicato alle persone con Malattia di Anderson-Fabry e alle loro famiglie

La situazione straordinaria che stiamo vivendo rappresenta per tutti un momento molto complesso. Molti di noi si trovano a fronteggiarlo in isolamento o hanno ridotto drasticamente i contatti sociali. Tutti noi, potremmo avere alcune difficoltà a riorganizzare la vita quotidiana nei necessari cambiamenti richiesti da questo periodo e sentire il bisogno di gestire pensieri e sentimenti complessi.

Eppure oggi più che mai è importante sapere che non siamo gli unici a provare queste emozioni e che non siamo da soli, è importante sentirci sostenuti e sollevati dal peso della “particolare” quotidianità che stiamo vivendo.

Per questo AIAF in collaborazione con la Dottoressa Laura Gentile (psicologa e psicoterapeuta), propone “AIAF IN CONNESSIONE” ,  uno spazio virtuale con un supporto professionale, un’occasione di condivisione e di confronto tra pazienti e famiglie coinvolte nella Malattia di Anderson-Fabry su alcune specifiche tematiche legate a questo particolare periodo, un modo nuovo per sentirci più vicini e di mettere in rete soluzioni e informazioni,  uno spazio libero e informale in cui parlare liberamente,  uno spazio che possa permetterci anche di scambiare informazione e soluzioni all’interno dell’Associazione.

Il tutto da casa, senza la necessità di spostamento, utilizzando un computer, un tablet o uno smartphone.

“AIAF IN CONNESSIONE”  si terrà SABATO 18 Aprile dalle 10.00 alle 12.00, con collegamento  web alla piattaforma Zoom, molto semplice da utilizzare.

Il tema dell’incontro sarà “Bisogni e soluzioni in emergenza

La partecipazione è GRATUITA e prevede un numero massimo di 25 connessioni, per favorire il migliore coinvolgimento di tutte le persone. L’appuntamento è per le ore 9,30 per permettere il collegamento di tutti i partecipanti.

Al raggiungimento del numero massimo di prenotazioni, le ulteriori richieste di partecipazione saranno inserite in una “lista di attesa”. In base al numero di richieste verrà valutata la possibilità di fissare un’ulteriore data aggiuntiva.

Cosa fare per partecipare

Per partecipare è necessario disporre di un pc, un tablet o uno smartphone e seguire queste semplici indicazioni:

  • Prenotare la partecipazione inviando una mail entro e non oltre il 17 aprile a: presidente@aiaf-onlus.org
  • Nella mail indicare: nome e cognome; indirizzo mail; numero di cellulare (per essere contattati in caso di problemi tecnici)
  • Installare l’applicativo Zoom su cellulare (disponibile sugli App Store o Play Store) oppure su  pc (link per installare l’applicativo su pc: https://zoom.us/client/latest/ZoomInstaller.exe )
  • Successivamente alla prenotazione, riceverete una mail di conferma con un link che vi permetterà di partecipare a partire dalle ore 9.30 del 18 aprile.

 

 

Laura Gentile

Psicologa Clinica e Psicoterapeuta, Psicologa di Comunità. Esercita la libera professione a Roma, si occupa del disagio psicologico e relazionale di persone, coppie e gruppi con un approccio di tipo psicoanalitico di stampo relazionale riadattato anche a percorsi individualizzati di psicoterapia breve. Coordinatrice del Servizio SAIO di Ascolto, Informazione e Orientamento della Federazione Italiana Malattie Rare – UNIAMO. Responsabile scientifico del Progetto Rare Sibling di Omar – Osservatorio Malattie Rare. Madre di un ragazzo con malattia rara e di un sibling. Collabora come consulente, da circa 15 anni, con associazioni e organizzazioni di Malati Rari in Italia, nel sostegno psicologico, la presa in carico psicoterapeutica e in particolare in progetti formativi per la gestione di servizi di ascolto, informazione e orientamento, per l'attivazione di gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto e per la conduzione di laboratori per il potenziamento dell’empowerment individuale e associativo.

Ha affiancato AIAF in occasione dell’Incontro Regionale Medici-Pazienti della regione Lazio (2019) e ha curato le attività del “Meeting Bambini e Ragazzi” all’interno del Meeting Nazionale Pazienti Fabry nelle edizioni 2018 e 2019.

 

Tipo Notizia:
Data Pubblicazione:
01-04-2020
Autore:
editor